Fontanetto Po – Un borgo tra storia e cultura Percorso: Mulino Riseria di S. Giovanni, Chiesa di S. Sebastiano, Chiesa di S. Martino,                  Chiesa della SS. Trinità Tipologia: visita a tappe Attrattive principali: artistiche, storiche, architettoniche, culturali Ambiente: bassa quota, pianura Durata: mezza giornata Periodo di effettuazione: tutto l’anno A Fontanetto Po, piccolo e pittoresco centro abitato ai confini del territorio provinciale, per ammirare un tipico borgo della piana risicola vercellese. Il Mulino Riseria S. Giovanni è una testimonianza unica di riseria azionata dalla forza motrice dell’acqua. Nato nel 1465, ricostruito nel 1617 e attivo fino agli anni ’80, il mulino conserva oggi tutti gli strumenti che venivano utilizzati nelle varie fasi di lavorazione del riso. Essi vengono messi in funzione sotto gli occhi del visitatore, mandando in immersione una turbina deputata a dare il moto mediante cinghie a tutto il sistema. Con stupore ed emozione i macchinari tornano in funzione e sembrano catapultare il visitatore in un passato che, come grazie ad una moderna macchina del tempo, non sembra più così lontano. La Chiesa di San Sebastiano, esempio unico di chiesa del XIII conservatasi senza eccessive alterazioni nel corso dei secoli fino ai giorni nostri, rappresenta uno dei gioielli dell’architettura romanico-gotica del vercellese. La  Chiesa Parrocchiale di San Martino, nel centro del paese, alla cui edificazione avrebbe lavorato il grande Guglielmo da Volpino, con all’interno i begli stucchi settecenteschi e i pregevoli arredi liturgici in legno intagliato del XVI-XVII secolo. La Chiesa di Confraternita della SS. Trinità, sede della Compagnia della Concezione della Beata Vergine Maria, che ospita al suo interno il gruppo ligneo della Deposizione dalla Croce, compreso in origine fra i primi cicli scultorei delle Cappelle del Sacro Monte di Varallo.